fbpx
Panoramica dell'e-commerce in Olanda
06/20/2019
Più modelli di business, vari meriti di affiliazione
06/21/2019

Dimensioni del mercato

Il numero di utenti di Internet nel sud-est asiatico, e in particolare nei maggiori paesi dell'ASEAN 6, aumenta per creare un grande mercato non sfruttato. Ci sono undici paesi nel sud-est asiatico e 87% della popolazione del sud-est asiatico è in 6, ovvero Indonesia, Filippine, Vietnam, Tailandia, Malesia e Singapore, insieme all'ASEAN. Sebbene il mercato dell'e-commerce di Singapore sia più maturo e il mercato malese sia più dinamico, in Indonesia, Tailandia, Filippine e Vietnam, l'e-commerce è ancora in una fase molto precoce e rimane un importante serbatoio di crescita per l'ASEAN.

L'e-commerce nella regione è cresciuto di oltre il 62% CAGR negli ultimi anni 3 secondo il rapporto di Google-Temasek e-Conomy SEA 2018. Il rapporto stima inoltre che l'e-commerce supererà $ 100 miliardi in GMV di 2025, da $ 23 miliardi in 2018. Nonostante numeri così sorprendenti, il commercio online rimane fortemente sottopenetrato, intorno a 2 -3% delle vendite totali al dettaglio. Ciò impallidisce rispetto a circa 20% e 10% rispettivamente in Cina e negli Stati Uniti. Questo rapporto ha confermato la crescente fiducia tra gli investitori nella regione.

E secondo la ricerca di Hootsuite, gli asiatici sudorientali trascorrono più tempo su Internet mobile che in qualsiasi altra parte del mondo. Gli utenti di Internet in Thailandia trascorrono 4 ore e 56 minuti ogni giorno usando il telefono, più che in qualsiasi altro paese. Gli utenti indonesiani, filippini e malesi, che trascorrono ogni giorno circa 4 ore su Internet mobile, sono anche tra i migliori 10 a livello globale in termini di coinvolgimento. In confronto, gli utenti di Internet nel Regno Unito e negli Stati Uniti trascorrono poco più di 2 ore al giorno su Internet mobile, mentre gli utenti in Francia, Germania e Giappone trascorrono 1 ora e 30 minuti.

Andamento del mercato

C'è un emergere di e-commerce esperienziale: scoperta, intrattenimento e impegno sociale.

In un momento in cui i consumatori hanno scelte di acquisto illimitate, sia offline che online, le esperienze sono la nuova valuta. I consumatori non vogliono solo acquistare ciò di cui hanno bisogno: vogliono scoprire nuovi prodotti, divertirsi e persino interagire con la comunità e gli amici.

Di conseguenza, lo shopping online nel sud-est asiatico sta diventando un'esperienza sempre più sociale e sempre più coinvolgente.

Sempre più spesso, le app di e-commerce nella regione non sono semplicemente piattaforme transazionali dentro e fuori per i consumatori. Piuttosto, i consumatori possono immergersi nell'app senza un precedente desiderio di acquistare articoli specifici e invece semplicemente navigare tra i prodotti e le offerte curate dalle piattaforme di e-commerce. I consumatori potrebbero anche voler chattare con i venditori per saperne di più sui diversi prodotti o per recuperare il ritardo sui social feed dei loro amici o familiari.

Potrebbero persino arrivare ad app di e-commerce per consumare contenuti. Ad esempio, una delle nuove funzionalità più popolari di Shopee è un quiz interattivo in-app che puoi giocare con la famiglia e gli amici, ospitato da celebrità.

Man mano che i confini tra shopping, social e intrattenimento svaniscono, il tempo dedicato alle app e la capacità di mantenere l'attenzione degli utenti diventeranno probabilmente metriche di prestazioni più importanti per le piattaforme di e-commerce.

Piattaforme e-commerce

Secondo i resoconti dei media stranieri, Shopee è diventata la piattaforma di e-commerce più visitata nel sud-est asiatico, battendo Lazada al secondo posto e Tokopedia al terzo posto, con una media di 184.4 milioni di visite su desktop e reti mobili nel primo trimestre del 2019.

Secondo i risultati di un recente studio di iPrice Group e App Annie, il traffico medio complessivo di Shopee è aumentato del 5%, principalmente grazie all'aumento del traffico in Indonesia e Tailandia. IPrice ha affermato che mentre Shopee è stato in grado di mantenere il suo ritmo di crescita nel trimestre precedente, il primo trimestre di 2019 è stato visto come non di punta.

Nel frattempo, il traffico medio complessivo di Lazada è diminuito dell'12% rispetto al trimestre precedente, raggiungendo 179.7 milioni di visitatori nel primo trimestre di 2019. IPrice ha attribuito il calo a una differenza nell'attività di marketing tra i due trimestri. Tuttavia, Lazada rimane la piattaforma di e-commerce più visitata in Malesia, Singapore, Filippine e Tailandia, secondo lo studio.

Nel frattempo, Tokopedia, Bukalapak e Tiki del Vietnam sono tra le prime cinque piattaforme di e-commerce più popolari nel sud-est asiatico, anche se vendono solo in un mercato unico.

Oltre all'Indonesia e al Vietnam, l'altra piattaforma di e-commerce locale che ha funzionato bene è Lelong, che è al terzo posto in Malesia. Argomall è al quarto posto nelle Filippine; Qoo10 è il numero uno a Singapore; Chilindo è terzo in Thailandia.

App per lo shopping e-commerce

Quando si tratta di app mobili, Lazada è la scelta migliore per i consumatori in Malesia, Singapore, Filippine e Tailandia, mentre Tokopedia e Shopee sono le app più popolari rispettivamente in Indonesia e Vietnam. Per la Malesia in particolare, altre app di shopping mobile popolari sono Shopee, taobao, 11street e AliExpress. Nel frattempo a Singapore, Qoo10 Singapore, Shopee, taobao ed ezbuy sono le cinque principali applicazioni di e-commerce per lo shopping.

Modalità di pagamento

L'Indonesia è sicuramente un potenziale mercato per i pagamenti mobili. Bukalapak, la piattaforma di e-commerce più popolare della regione, ha collaborato con DANA (supportato da formica finanziaria) per lanciare l'e-wallet BukaDana e la funzione di pagamento rateale di BukaCicil, con l'obiettivo di offrire ai consumatori un'esperienza di pagamento digitale più sicura e conveniente.

In Malesia, l'50% dei consumatori è preoccupato per la sicurezza e la frode introdotte dai portafogli mobili. Ma la Malesia ha già più di 30 emittenti di valuta elettronica non bancari, secondo la banca centrale, BNM. Complessivamente, ci sono alcune prospettive positive per i pagamenti elettronici, come GrabPay da Singapore, alipay e WeChat dalla Cina, e la concorrenza locale Boost and Touch 'n Go.

Circa lo 80 per cento dei thailandesi ha conti bancari, ma solo lo 5.7 per cento ha carte di credito. PayPal è di gran lunga il metodo di pagamento più popolare per i portafogli elettronici. E per le carte, il mercato è quasi dominato da Visa (79%) e MasterCard (20%). La Tailandia sta spingendo più partecipanti del settore ad adottare pagamenti mobili. LINE fornisce Rabbit LINE Pay, che serve circa 4.5 milioni di utenti in Thailandia. Garena offre portafogli AirPay e portafogli TrueMoney. Un altro metodo cashless è il programma di pagamento elettronico nazionale PromptPay.

Nella società "Cash is king" del Vietnam, Cash on Delivery è la modalità di pagamento dominante. MoMo sta crescendo nel più grande fornitore di portafogli mobili del Vietnam, costruendo collaborazioni con una vasta gamma di attori locali e fornendo ai clienti l'esperienza di bonjour.

Le carte bancarie sono i metodi di pagamento più popolari a Singapore altamente sviluppata. Singapore è preoccupata per la sicurezza dei dati e la privacy nei pagamenti elettronici. Esiste un problema per il fatto che i vari istituti finanziari di Singapore operano in modo indipendente e il modello di emissione delle carte bancarie è altamente frammentato. Circa l'56 percento delle CARTE di credito è pianificato per essere emesso dalle istituzioni locali.

Gli alti livelli di frode e attacchi informatici nelle Filippine hanno portato i consumatori a diffidare delle transazioni online. Alibaba ant financial, in collaborazione con GlobeTelecom, un noto fornitore di servizi di telefonia mobile nelle Filippine, Mynt, una società di finanza digitale e il gruppo Ayala, un operatore di centri commerciali, ha lanciato la promozione del GCash "scan payment" nelle Filippine.

Tax Regulations

L'immagine sopra mostra lo stato delle normative fiscali sull'e-commerce in tutti i sei principali mercati del sud-est asiatico. In Indonesia e in Thailandia, si prevede che le imposte sul commercio elettronico favoriranno la crescita del commercio sociale perché, a differenza dei mercati, sono incontrollate. Singapore potrebbe anche vedere una diminuzione degli acquisti transfrontalieri con l'aumento dei prezzi con l'introduzione della tassa sui beni e servizi (GST) sui beni e servizi di e-commerce dall'estero. Attualmente, lo 89% di tutte le transazioni transfrontaliere nella regione dell'Asia del Pacifico è condotto da Singapore.

logistica

La tabella seguente mostra le ultime classifiche e classifiche dei paesi dall'indice 2018 Logistics Performance Index (FPI) della Banca mondiale, un'analisi globale approfondita che mette a confronto dozzine di paesi per valutare e classificare le loro capacità logistiche.

Tutti questi paesi stanno attualmente vivendo una rapida urbanizzazione, che di solito porta ad un aumento della domanda di infrastrutture e beni di consumo. Vi è sicuramente un notevole margine di miglioramento, poiché l'infrastruttura complessiva è ancora scarsa.

E le aziende logistiche devono far fronte alla crescente domanda e sostenere la fiorente attività economica di ciascun paese. Tuttavia, è necessario adattarsi alla tecnologia in rapida evoluzione per fornire soluzioni efficienti. Una buona gestione di un processo logistico richiede efficienza e affidabilità. Pertanto, le società di logistica devono acquisire una tecnologia in grado di semplificare l'intera catena di approvvigionamento.

Trova prodotti vincenti su cui vendere app.cjdropshipping

Facebook Comments